MALDONADO - AF WORLD

Vai ai contenuti

MALDONADO

AF URUGUAY > MALDONADO
Diocesi di Maldonado-Punta del Este, Dioecesis Maldonadensis-Orientalis Orae
Chiesa latina Catedral San Fernando Foto Dos.JPG
Suffraganea dell' arcidiocesi di MontevideoMappa della diocesi
Vescovo Rodolfo Pedro Wirz Kraemer
Sacerdoti 19 di cui 10 secolari e 9 regolari
8.131 battezzati per sacerdote
Religiosi 13 uomini, 25 donne
Diaconi 11 permanenti
Abitanti 191.000
Battezzati 154.500 (80,9% del totale)
Superficie 7.584 km² in Uruguay
Parrocchie 15
Erezione 10 gennaio 1966
Rito romano
di Montevideo. Nel 2013 contava 154.500 battezzati su 191.000 abitanti.
È retta dal vescovo Rodolfo Pedro Wirz Kraemer.
Storia
Nel 1516 il navigatore spagnolo Juan Díaz de Solís battezzò il posto come Capo di Santa Maria. Le prime costruzioni nella penisola furono il corpo di guardia e la polveriera della batteria di San Fernando, costruiti tra il 1765 e il 1766[4]. Anni dopo, nell'anno 1829, il capo fu rinominato Villa Ituzaingó da Francisco Aguilar, in ricordo della vittoria contro le forze imperiali brasiliane del 1827[5] Aguilar sviluppò i piani della futura città e realizzò diverse opere.

Nel 1829 Aguilar ricevette il titolo di alcalde del comune di Maldonado e, nel 1834, fu nominato amministratore delle poste. Nel 1840 fu eletto senatore della Repubblica, morendo poi lo stesso anno. Dal suo incarico di alcalde del dipartimento di Maldonado diede impulso alla costruzione di numerose scuole, chiese ed istituzioni. La abbondanza di balene nelle coste era tale che, durante la presidenza di Fructuoso Rivera gli si concesse il diritto esclusivo di pescare questi animali nel porto di Maldonado e in tutte le coste dello Stato, per la somma di 75 pesos ogni sei mesi.[6]

Nel 1889 si costruì il primo hotel, di proprietà di Pedro Risso. Già in questo periodo si cominciò a vedere Punta del Este come un luogo di riposo e terapia, sfruttando le bellezze naturali che offriva la penisola. Nel 1906 Punta del Este contava 492 abitanti, 111 case costruite, 20 in costruzione e 300 in progetto. Molti dei suoi abitanti già sognavano di promuovere iniziative per fare di Punta del Este una stazione balneare simile a quelle europee di Biarritz e Brighton. Nel 1907 giunsero i primi villeggianti a bordo del vaporetto "Golondrina", un gruppo di famiglie argentine e uruguaiane invitate dalla società "Balneario Punta del Este".[7]

Punta del Este nacque come paese il 5 luglio 1907, quando il presidente Claudio Williman promulgò la legge N° 3.186[8]. Nel 1909 si iniziò la costruzione della chiesa di Punta del Este e, sette anni dopo, nel 1916 il paese fu illuminato con il primo impianto elettrico. Nel 1924 fu fondato lo Yacht Club di Punta del Este.

Uno dei momenti cruciali nella storia del centro balneare fu il 1951, quando, grazie all'impulso dell'uomo d'affari argentino Mauricio Litman, si realizzò il primo Festival Internazionale del Cinema di Punta del Este nel Cantegril Country Club. Arrivarono numerose figure internazionali, tra le quali Silvana Mangano, Joan Fontaine e Gérard Philipe. Dopo le due edizioni iniziali, il Festival del Cinema di Punta del Este cessò di esistere fino al 1998, quando risorse con rinnovato vigore
Punta Ballena
La moderna Punta del Este se inscribe en un entorno natural de una belleza única en el continente. Un gran exponente de esta belleza es la zona de Punta Ballena. La “Punta de la ballena” o “el lomo de la ballena” es -como lo indica su nombre- una península de altura pronunciada, forma...
Torna ai contenuti